Agon - PerGioco.net

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Agon

Giochi > Giochi di tavoliere astratti > A-B > A-Aiy
Introduzione e regole
Introduzione
La forma del tavoliere è la principale caratteristica di Agon: si tratta infatti del primo piano di gioco, finora conosciuto, costruito con caselle di forma esagonale. La sua origine risale alla fine del Settecento: i primi tavolieri vengono prodotti, infatti, nel 1780 dal parigino Adam Vaugeois. Dopo un periodo di oblìo il gioco ricompare a distanza di circa un secolo dalla sua nascita in Inghilterra, in piena epoca vittoriana, e viene presentato come una novità assoluta con il nome di Hexagony. Il gioco è conosciuto anche come Guardia Reale (The Queen's Guard o The Queen's Guards); all'inizio del '900 viene distribuito anche con il nome di Advance and Retreat.
Il gioco ricorda in qualche modo il per la presenza di una casella centrale denominata Trono e per la particolare tipologia dei pezzi utilizzati (Re/Regina e Guardie). Le differenze, comunque, sono significative; in particolare l'obiettivo del gioco è curiosamente antitetico: nel il Re si trova inizialmente nella casella del Trono e cerca di raggiungere il bordo del tavoliere, in Agon invece la casella del trono costituisce la meta della Regina.
Il nome del gioco e la forma del tavoliere ricordano anche il moderno , anche se modalità di movimento e cattura, tipologia di pedine, e obiettivo sono completamente diversi.
Attorno al 1970 viene distribuito in Italia come gadget di una rivista a fumetti un gioco chiamato King, sostanzialmente identico ad Agon. La differenza sta solo nel nome del pezzo principale (un Re anziché una Regina); non vi è, naturalmente, alcuna attinenza con l'omonimo gioco di carte.
Nel 1977 esce per la Avalon Hill un gioco chiamato , che non ha comunque alcuna attinenza con Agon (a parte il nome): fra l'altro il tavoliere è di forma esagonale, ma le caselle sono triangolari. Agon non ha nulla a che vedere neanche con i successivi del 2002 ed del 2014.

Inviaci un messaggio!





Ultimo aggiornamento: 25/09/2017
 
Torna ai contenuti | Torna al menu