Pergioco>Letteratura>Poesia>Charles Baudelaire

 

Charles Baudelaire

Biografia

Nasce a Parigi nel 1821, dal secondo matrimonio dell'ormai sessantaduenne Joseph-Francois, funzionario al Senato, con la ventisettenne Caroline Archimbaut-Dufays. A sei anni č gią orfano di padre. Nel 1833 entra al Collčge Royal per volontą del patrigno, il maggiore Jacques Aupick. Ma poi la vita sregolata e gli ambienti frequentati convincono il patrigno a farlo imbarcare sul Paquebot des Mers du Sud, diretto in India. Durante questo viaggio nasce il suo amore per l'esotismo, che riapparirą quindici anni pił tardi nell'opera Fleurs du mal.

Nel 1842 ritorna a Parigi, dove conosce Gerard de Nervale e si avvicina soprattutto a Gautier, che ama come un discepolo. Comincia poi un lungo e appassionato amore con la mulatta Jeanne Duval, ispiratrice di erotici sentimenti, ma anche di purificato senso di pietą nei momenti tormentosi della paralisi.

I debiti, da cui Baudelaire č afflitto per tutta la vita, inducono il patrigno a riunire nel 1844 un consiglio di famiglia per interdire il giovane e affidare il suo patrimonio all'amministrazione di Ancelle, notaio a Neuille. L'anno dopo Baudelaire tenta il suicidio e poi escono le sue prime critiche d'arte e le sue prime poesie.

Nel 1848 partecipa ai moti rivoluzionari di Parigi. Nel 1857 pubblica presso l'editore Poulet-Malassis, I fiori del male, raccolta che comprende cento poesie. Dopo qualche mese l'opera viene sequestrata e l'editore e l'autore accusati di pubblicazione oscena. Il processo si concluderą con pene pecuniarie e con la censura di sei poesie.

Tenta nuovamente il suicidio nel 1861. Nel 1864, dopo un fallito tentativo di farsi ammettere all'Acadčmie francaise, lascia Parigi e si reca a Bruxelles, ma il soggiorno nella cittą belga non modifica la sua difficoltą di rapporti con la societą borghese.

Malato, egli cerca nell'hashish, nell'oppio, nell'alcol, nell'etere, il sollievo alla malattia che nel 1867, dopo la lunga agonia della paralisi, lo uccide. A quelle esperienze, e alla volontą di sfuggire alla realtą sono ispirati i Paradis artificiels del 1861.

 

Link

Sapere.it

 

Ultimo aggiornamento: 12/07/2006 - Per suggerimenti e contributi: E-mail

Hit Counter