Achi - PerGioco.net

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Achi

Giochi > Giochi di tavoliere astratti > Dalla A alla Z > A-B > A-Ale
Giochi di tavoliere astratti:    Legenda    Elenco alfabetico          Autori       
Introduzione e regole
Introduzione
Il gioco è originario del Ghana, fa parte della famiglia dei giochi di allineamento, ed è in quale modo imparentato con altri giochi simili, quali il Tapatan, il Tant Fant, il Shisima, il Pong Hau K'i. E' diffuso anche in Nigeria ed in altri paesi africani; in Senegal è noto come Care. Le regole, molto semplici, lo rendono adatto ai bambini.
Il gioco esiste in due varianti, una che prevede quattro pedine per ciascun giocatore ed un'altra che ne prevede solo tre: in questa seconda versione il gioco è identico al filippino Tapatan ed alla variante Kurna del Mulino 3x3, molto diffusa in Europa.


Achi
Achi
Figura 1
Achi
Figura 2
Come si gioca
Il gioco è composto da un tavoliere con 9 intersezioni, come in figura 1, e da 8 pedine (4 bianche e 4 nere). Le pedine si posizionano negli incroci, o intersezioni, e non nelle caselle.
Si gioca in due. I giocatori giocano a turno. Ogni giocatore ha una sola mossa per ciascun turno. La posizione iniziale è quella riprodotta in figura 1 (tavoliere vuoto). Inizia indifferentemente uno dei giocatori.
Il gioco prevede una fase di posizionamento delle pedine ed una di movimento, come nel Mulino; non è prevista la cattura.
Fase di posizionamento
In questa fase ciascun giocatore, a turno, colloca una nuova pedina sul tavoliere, in una intersezione ancora libera. In questa fase non è possibile muovere le pedine già collocate sul tavoliere. La fase di posizionamento termina una volta collocate tutte le 8 pedine a disposizione dei giocatori.
Al termine di questa fase una sola intersezione rimane libera. In figura 2 vediamo la situazione sul tavoliere al termine della fase di posizionamento di una partita esemplificativa.
Fase di movimento
Conclusa la prima fase, il giocatore di turno deve, a partire dalla sua quinta mossa, muovere una propria pedina a scelta. Il movimento avviene verso un'altra intersezione, purché essa sia libera, adiacente rispetto a quella di partenza, e collegata a quest'ultima da una linea ortogonale o diagonale.
L'obiettivo del gioco è realizzare per primi una fila ininterrotta di tre pedine del proprio colore, poste su una stessa linea continua orizzontale, verticale o diagonale. Quando l'obiettivo viene raggiunto, la partita termina immediatamente; ciò può avvenire sia nella fase di posizionamento che in quella di movimento.

Varianti
Variante 3 pedine
In questa variante ciascun giocatore ha a disposizione tre pedine. In figura 3 vediamo la situazione sul tavoliere al termine della fase di posizionamento di una partita esemplificativa.
Achi
Figura 3
Inviaci un messaggio!





Ultimo aggiornamento: 27/04/2017
 
Torna ai contenuti | Torna al menu