Bagh Chal - PerGioco.net

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Bagh Chal

Giochi > Giochi di tavoliere astratti > Dalla A alla Z > A-B > B-Bla

Giochi di tavoliere astratti:    Legenda    Elenco alfabetico          Autori      
Introduzione
Bagh Chal
Introduzione
Il Bagh Chal è un gioco tradizionale del Nepal; si gioca sullo stesso tavoliere dell'Alquerque ed è imparentato con il Bagh Bandi. In questo gioco, però, non vengono impilate pedine per formare i "greggi": le pedine sono costituite da miniature che riproducono quattro tigri e venti capre. Si tratta di un gioco asimmetrico, come La Volpe e le Oche. Esiste anche una versione commerciale del Bagh Chal, denominata Tigo.
 

Figura 1
Figura 2
Figura 3
Come si gioca
Il gioco è composto da un tavoliere 5x5 e da 24 pedine (4 nere e 20 bianche). Le pedine si posizionano negli incroci e non nelle caselle.
Si gioca in due. I giocatori giocano a turno. Ogni giocatore ha una sola mossa per ciascun turno.
La posizione iniziale è quella riprodotta in figura 1. Le pedine bianche ("Capre") sono inizialmente fuori dal tavoliere; le pedine nere ("Tigri") sono disposte sulle quattro intersezioni d'angolo. Inizia il Bianco (Capre).
Nella prima fase il Bianco colloca una nuova pedina in un incrocio libero del tavoliere. Una volta collocate tutte e venti le Capre sul tavoliere, il Bianco può muovere una pedina di un incrocio per volta, esclusivamente lungo le linee tracciate sul tavoliere; l'incrocio di arrivo deve essere libero. Le Capre non possono catturare le Tigri.
Anche le Tigri possono muovere di un solo incrocio per volta, esclusivamente lungo le linee tracciate sul tavoliere. La mossa del Nero può essere di due tipi: a) può muovere una pedina di un incrocio; b) può catturare una pedina avversaria, come nella Dama, saltando la pedina in linea retta, seguendo il segmento tracciato sul tavoliere e raggiungendo l'incrocio libero alle spalle di quest'ultima. La cattura non può essere multipla: è possibile catturare una sola pedina per turno. Le pedine catturate vengono rimosse dal tavoliere.
Nemmeno le Tigri possono muovere su un incrocio dove sia già presente una pedina.
Nella figura 2 sono indicate a titolo esemplificativo le prime due mosse di una partita: il Bianco ha collocato una Capra in c3 ed il Nero ha mosso la Tigre da e1 a d2 minacciando di catturare la Capra saltando in b4 alla mossa successiva. Il Bianco, che nella prima fase non può ancora muovere, per difendersi deve collocare una pedina in b4, evitando la cattura: la nuova posizione è riprodotta in figura 3.
La partita ha termine quando: a) il Nero abbia catturato tutte le pedine avversarie o ne impedisca il movimento; b) il Bianco abbia immobilizzato l'avversario, impedendone pertanto qualsiasi mossa legale. Vista la differenza nei due obbiettivi di gioco, è consigliabile alternare i ruoli nel corso di partite successive.
Inviaci un messaggio!





Ultimo aggiornamento: 20/06/2017
 
Torna ai contenuti | Torna al menu