Kensington - PerGioco.net

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Kensington

Giochi > Giochi di tavoliere astratti > Dalla A alla Z > I-K > K
Giochi di tavoliere astratti:    Legenda    Elenco alfabetico    Elenco geografico    Cronologia    Autori    Mappa dei tavolieri    Glossario
Introduzione e regole
Introduzione
Il gioco viene ideato ed autoprodotto da Brian Taylor e Peter Forbes nel 1979. Il nome deriva dai giardini londinesi dove gli autori erano soliti incontrarsi durante la fase di di progettazione del gioco. Sul retro della scatola della prima edizione del gioco, realizzata come una copertina di un doppio album LP, si trova una immagine degli autori intenti a giocare sui gradini dell'Albert Memorial, ai margini dei Kensington Gardens.
Il gioco prevede una fase di posizionamento ed una di movimento ed ha parecchi punti di contatto col classico Mulino.
Il particolare, inedito, tavoliere di Kensington, che combina esagoni, quadrati e triangoli, ha ispirato alcuni giochi successivi, tra i quali citiamo Lotus di Christian Freeling, ideato nel 1981, e Diamond di Larry Back, realizzato nel 1994.
Kensington
Figura 1
Kensington
Figura 2
Come si gioca
Il gioco è composto da un tavoliere con 78 intersezioni, come in figura 1, e da 30 pedine (15 rosse e 15 blu).
Si gioca in due. I giocatori giocano a turno. Ogni giocatore ha una sola mossa per ciascun turno. La posizione iniziale è quella riprodotta in figura 1 (tavoliere vuoto). Inizia indifferentemente uno dei giocatori.
Lo svolgimento del gioco si struttura in due fasi.
Fase di posizionamento
In questa fase ciascun giocatore, a turno, colloca una nuova pedina sul tavoliere, in una intersezione ancora libera. In questa fase non è possibile muovere le pedine già collocate sul tavoliere.
Quando un giocatore riesce a controllare un triangolo e cioè quando tutte le intersezioni che delimitano un triangolo sono occupate dalle sue pedine, può riposizionare una pedina avversaria su una intersezione libera a sua scelta. Quando un giocatore riesce a controllare un quadrato e cioè quando tutte le intersezioni che delimitano un quadrato sono occupate dalle sue pedine, può riposizionare due pedine avversarie su intersezioni libere a sua scelta. Quando un giocatore riesce a controllare contemporaneamente sia un triangolo che un quadrato può riposizionare due pedine avversarie (e non tre).
Esempi: In figura 2 il Blu può muovere in k8 e controllare il triangolo i7-i9-k8, ottenendo così il diritto di riposizionare una pedina avversaria a scelta; potrà, ad esempio, spostare la pedina rossa i15 nell'intersezione a7. In figura 3 il Blu può muovere in k8 e controllare sia il triangolo i7-i9-k8 che il quadrato k8-l10-j11-i9 ottenendo il diritto di riposizionare due pedine avversarie a scelta.
La fase di posizionamento termina una volta collocate tutte e 30 le pedine a disposizione dei giocatori.
Fase di movimento
Conclusa la prima fase, il giocatore di turno deve, a partire dalla sedicesima mossa, muovere una propria pedina a scelta. Lo spostamento avviene verso un'altra intersezione, purché essa sia libera, adiacente rispetto a quella di partenza, e collegata da una linea disegnata sul tavoliere.
Il movimento è sempre obbligatorio. Se un giocatore non ha alcuna possibilità di muovere, deve passare.
Anche in questa fase, quando un giocatore riesce a controllare un triangolo o un quadrato può riposizionare una o due pedine avversarie su intersezioni libere a sua scelta.
L'obiettivo del gioco è riuscire a controllare per primi un esagono bianco o un esagono del proprio colore. Vince pertanto il giocatore che riesce ad occupare con le proprie pedine tutte le intersezioni che delimitano un esagono bianco o un esagono del proprio colore. In determinate situazioni di impasse i giocatori possono accordarsi per concludere la partita senza vincitori nè vinti.
Kensington
Kensington
Figura 3
Figura 4
Esempi: In figura 4 il Blu controlla il triangolo i7-k8-i9 ed il quadrato g11-h13-f14-e12; il Rosso controlla l'esagono bianco inferiore che gli consente di vincere la partita. In figura 5 il Blu può muovere da m10 ad l10, controllando il quadrato i9-k8-l10-j11, e catturare così due pedine avversarie a scelta; se riposiziona le pedine in h7 ed i7 potrà poi ottenere facilmente il controllo dell'esagono bianco superiore e vincere la partita.

Varianti
Variante 4 giocatori
In questa variante i giocatori giocano a coppie. Una coppia gioca con il Blu, l'altra con il Rosso. Ciascun giocatore dispone di 8 pedine del colore della propria coppia. I giocatori devono giocare senza consultare l'altro componente della propria coppia.
Kensington
Figura 5
Inviaci un messaggio!





Ultimo aggiornamento: 19/09/2017
 
Torna ai contenuti | Torna al menu