Pong Hau K'i - PerGioco.net

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Pong Hau K'i

Giochi > Giochi di tavoliere astratti > Dalla A alla Z > P-Q > Pon-Pyl
Giochi di tavoliere astratti:    Legenda    Elenco alfabetico          Autori      
Introduzione e regole
Figura 1
Figura 2
Introduzione
Il gioco è originario della città di Canton (Cina) ma è diffuso anche in Corea con il nome di Ou-moul-ko-no. Il tavoliere è il più piccolo e semplice che si conosca. Si gioca con sole quattro pedine, due bianche e due nere. Viene spesso giocato disegnando il tavoliere sul terreno e utilizzando delle piccole pietre come pedine.
Pierre Berloquin (100 jeux de table, 1976) cita questo gioco come Ferro di Cavallo, accomunandolo al gioco tradizionale europeo Madelinette, che ha un tavoliere molto simile e regole identiche.

Come si gioca
Il gioco è composto da:
- un tavoliere irregolare formato da cinque intersezioni;
- 4 pedine (2 bianche e 2 nere).
Si gioca in due. I giocatori giocano a turno.
La posizione iniziale è quella riprodotta in figura 1, con un solo incrocio libero (quello centrale).
Inizia uno dei giocatori, scelto per sorteggio. Ogni giocatore ha una sola mossa per ciascun turno.
La mossa consiste nel muovere una sola pedina lungo le linee del tavoliere e di un solo incrocio. L'incrocio di arrivo deve sempre essere libero. Ogni incrocio può essere occupato al massimo da una pedina. In questo gioco non esiste la cattura.
L'obiettivo sta nell'impedire il movimento dell'avversario. Il primo giocatore che non riesce ad effettuare una mossa legale è dichiarato perdente.

Varianti
Variante con tavoliere vuoto
Questa variante prevede che all'inizio il tavoliere sia vuoto (vd. figura 2). In una prima fase i giocatori, a turno, posizionano le pedine sul tavoliere; nella seconda fase il gioco prosegue con le regole classiche.
Inviaci un messaggio!





Ultimo aggiornamento: 24/07/2017
 
Torna ai contenuti | Torna al menu