Shatranj - PerGioco.net

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Shatranj

Giochi > Giochi di tavoliere astratti > Dalla A alla Z > R-S > S-Sha
Giochi di tavoliere astratti:    Legenda    Elenco alfabetico          Autori      
Introduzione e regole
Introduzione
Lo Shatranj (anche Chatranj) è un gioco derivato dal persiano Chatrang, che a sua volta deriva dall'indiano Chaturanga. Molto probabilmente gli Arabi conoscono il Chatrang in seguito alla loro invasione della Persia nel 641; ne cambiano il nome in Shatranj e ne modificano parzialmente le regole: il Pedone, giunto all'ottava traversa, si trasforma in Consigliere; la vittoria si ottiene non solo per la cattura del Re, ma anche per l'impossibilità di questi di muoversi. Cambia anche parzialmente la terminologia dei pezzi: il Ferzin (Consigliere) diventa Firzan, il Pil diventa Al-Fil (Elefante).
Alla morte di Maometto l'espansione degli arabi è molto rapida: nel corso del VII secolo cadono in mano islamica la Persia, l'Asia Minore, l'Africa settentrionale, nell'VIII secolo gran parte della Spagna e nel IX secolo anche la Sicilia. La cultura araba si diffonde velocemente ed anche il gioco dello Shatranj mette subito salde radici, a partire dal Sud, da Spagna e Sicilia in particolare. Lo Shatranj è il diretto antenato degli Scacchi.
Lo Shatranj si diffonde in maniera autonoma in Russia fin dall'VIII secolo. In Russia l'Elefante mantiene ancora oggi il suo antico nome (Slon in russo) ed è rimasto persino il Consigliere: il Farzin diviene Fers/Ferz, mentre in quasi tutte le altre lingue europee viene chiamato Donna o Regina.



Inviaci un messaggio!





Ultimo aggiornamento: 24/07/2017
 
Torna ai contenuti | Torna al menu