Tablut - PerGioco.net

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Tablut

Giochi > Giochi di tavoliere astratti > Dalla A alla Z > T-Z > T-Tap

Giochi di tavoliere astratti:    Legenda    Elenco alfabetico          Autori      
Introduzione
Introduzione
Nel 1732 il naturalista svedese Carlo Linneo compie un viaggio in Lapponia e si interessa ad uno strano gioco, il Tablut, il cui tavoliere viene ricopiato da un originale ricamato su pelle di renna. Il Tablut ha comunque origini molto più antiche e probabilmente due antenati: l'Halatafl e lo Hnefatafl; frammenti delle loro componenti risalgono al 400 dopo Cristo. Il Tablut conferma la larghissima diffusione che nel corso del Medioevo hanno in Europa e in Asia tutti quei giochi in cui i due avversari si confrontano ad armi impari, secondo regole diseguali, che li differenziano per dotazione di pezzi, movimento e obiettivi. Probabilmente anche nel Tablut l'elemento ispiratore è quello della caccia, dove cacciatore e preda non possono essere posti sullo stesso piano; questa immagine iniziale viene successivamente trasposta in campo militare, per simboleggiare il confronto fra due schieramenti marcatamente diversi.
Imparentati con il Tablut sono senz'altro due altri giochi che risalgono più o meno all'anno Mille: il primo è stato rinvenuto in Irlanda e si chiama Fithcheall; il secondo, rinvenuto in Galles, si chiama Tawlbwrdd, poi ribattezzato come Trow-board.       
Il Tablut ricorda in qualche modo anche il moderno Agon per la presenza di una casella centrale denominata Trono e per la particolare tipologia dei pezzi utilizzati (Re/Regina e Guardie). Le differenze, comunque, sono significative; in particolare l'obiettivo del gioco è curiosamente antitetico: nel Tablut il Re si trova inizialmente nella casella del Trono e cerca di raggiungere il bordo del tavoliere, in Agon invece la casella del trono costituisce la meta della Regina.              

Inviaci un messaggio!





Ultimo aggiornamento: 06/08/2017
 
Torna ai contenuti | Torna al menu