Sig - PerGioco.net

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Sig

Giochi > Giochi di tavoliere astratti > Dalla A alla Z > R-S > Shi-Spa
Introduzione e regole
Sig
Introduzione
Il Sig deriva probabilmente dal Mehen, di cui utilizza sostanzialmente il tavoliere (anche se il movimento delle pedine si svolge in senso inverso e l'obiettivo di gioco è diverso). Si tratta di un passatempo ancora vivo oggi in Mauritania, dove viene giocato sulla sabbia servendosi di bastoncini tagliati a metà nel senso della lunghezza. I giocatori, dopo aver eretto una montagnola, scavano una buca alla sua sommità e scendono a spirale tracciando una pista, intervallata da cavità, il cui numero non è fisso, ma è a discrezione dei partecipanti. Alcune cavità possono essere riempite con legnetti oppure presentano altri ostacoli al percorso. Per ciascuno di essi si decide in partenza le modalità con cui possono essere aggirati. Questi preliminari fanno parte della partita aggiungendo una componente creativa alla assoluta aleatorietà del gioco.
Il gioco è noto anche come Sik; ricorda, nei meccanismi di cattura e di percorso, il gioco della Iena ed il Ludo.
 
Sig
Come si gioca
Il gioco è composto da:
- un tavoliere a forma di spirale. La spirale si snoda su un certo numero di caselle, di volta in volta definito, dal centro verso l'esterno in senso orario;
- fino a 6 pedine, una per ogni giocatore;
- 4 bastoncini a doppia faccia per la determinazione del movimento.
Il numero dei giocatori può variare da 2 a 6. All’inizio della partita il tavoliere è vuoto.
Il primo giocatore di mano lancia i quattro bastoncini, ma soltanto con l'uscita di tre facce convesse (scure) e una piatta (chiara) ottiene il diritto a introdurre nella casella centrale la sua pedina.
Il valore dei lanci è il seguente:
4 facce scure: si avanza di 6 caselle; 3 facce scure: si avanza di 1 casella e vale anche come lancio di ingresso; 2 facce scure: non si avanza di nessuna casella;
1 faccia scura: si avanza di tre caselle; nessuna faccia scura: si avanza di 4 caselle e vale anche come tiro di cattura quando almeno due pedine si trovano nella casella finale del percorso.
Il turno passa al giocatore successivo e si prosegue così in senso antiorario, lanciando i bastoncini, fino a che almeno un giocatore raggiunge la casella finale.
Se si escludono la casella di partenza e quella finale, è vietata la sosta di due pedine nella medesima casella. La pedina che viene raggiunta da un'altra, infatti, viene eliminata dal gioco.
Quando un giocatore giunge al termine del percorso non ha ancora vinto la partita: continua a giocare (lanciando solo i bastoncini) cercando di ottenere 4 facce concave (chiare). In tal caso, e solo se nella casella finale vi sia almeno un'altra pedina, può scegliere quale avversario eliminare.
Il Sig è un gioco di puro azzardo, ma non viene praticato con scommesse in danaro. Il suo carattere "infantile" dà la priorità alla costruzione del tracciato e all'inserimento degli ostacoli nel percorso.
Il superamento dell'ostacolo potrebbe avvenire, ad esempio, ottenendo con i bastoncini due facce convesse (scure) e due piatte (chiare). Non vi è comunque limite alla fantasia circa le modalità di superamento degli ostacoli o alle penalità inflitte al giocatore incappato nella trappola.
 
Inviaci un messaggio!





Ultimo aggiornamento: 07/10/2017
 
Torna ai contenuti | Torna al menu